preloder

STORIA

Alessandra a Napoli nell'83.
Da piccola il suo sogno era di essere una fumettista, raccontare le sue storie da ragazzina sempre con la testa tra le nuvole attraverso i suoi disegni e i suoi colori.
Quando era seduta su di un banco con matite e pastelli, si estraniava dal mondo, entrando nel suo rifugio per mente e cuore. Negli anni in cui frequentava la scuola, non faceva altro che disegnare, era un continuo di disegni, disegni, disegni…
Dopo qualche anno, in compagnia di un gruppo di writers di periferia, quei disegni su carta, creati da matite, pastelli e pennarelli, divennero presto sostituiti dalla macchinetta e dagli inchiostri per i tatuaggi, iniziando cosi a regalare la sua arte colorata, pitturata e vivace. Alessandra cerca di creare sempre un tatuaggio che rispecchi qualcosa, uno stato d’animo, un momento importante, insomma un qualcosa che valga la pena di ricordarsi per sempre. Mischia i suoi colori con amore, cercando di lasciare ad ogni suo lavoro un pezzetto del suo cuore.